Viale Vaticano - Tel. 0669883860 - sito internet

Sono costituiti da:

Cortile della Pigna
Realizzato nel 1565 ad opera dell’architetto Pirro Ligorio,  fu ricavato in parte dello spazio cinquecentesco del Belvedere. Quest’ultimo era stato progettato nel 1506 dall’architetto Donato Bramante, su ordine di Giulio II, per collegare il Palazzetto di Innocenzo VIII (1484-1492) con la Cappella Sistina, fatta costruire da Sisto IV (1471-1484).

Alla fine del 1500 il Cortile del Belvedere venne diviso in due parti dalla costruzione di un braccio trasversale della Biblioteca di Sisto V (1585-1590).

Nel 1822 si realizzò un secondo corpo di fabbrica trasversale chiamato "Braccio Nuovo", destinato a contenere una raccolta di statue.

Oggi vi sono quindi tre spazi aperti: il Cortile della Pigna, il Cortile della Biblioteca e il Cortile del Belvedere.
Il Cortile della Pigna prende nome da una colossale pigna di bronzo alta quasi 4 metri che in epoca classica si trovava a Roma nei pressi del Pantheon, da cui ha tratto il nome il "quartiere della Pigna.