Piazzale Villa Giulia, 9 - Tel.063201951
museo archeologico - sito internet


Incredibile la quantità di pezzi famosissimi e di eccezionale qualità che fanno di questo il più importante museo etrusco del mondo.

In sequenza cronologica:

Periodo villanoviano
I cinerari bronzei a capanna con protomi di ocherelle da Vulci, il corredo in bronzo della tomba AA1 della necropoli dei Quattro Fontanili a Veio, il carrello cerimoniale e il cinerario con figurine danzanti sulla spalla e sul coperchio, da Bisenzio, il famoso bronzetto sardo omaggiante da Vulci.

Periodo orientalizzante
Kotyle aurea con anse decorate con figure di sfingi rifinite a granulazione, corredi in oro, argento, avorio e bronzo del complesso tombale di Preneste, le oinochoai tardo-geometriche vulcenti e tarquiniesi, le prime produzioni di bucchero ceretane, i primi vasi etrusco-corinzi.

Periodo arcaico
Sarcofago fittile detto "degli Sposi" da Caere, candelabro bronzeo con danzatore sul fusto, corredi oplitici bronzei e le oreficerie finissime, hydriai a figure nere ceretane e del pittore di Micali; statua acroteriale fittile dell’Apollo del tempio di Portonaccio di Veio, insieme a quella di Latona e Apollo (dallo stesso tempio), terrecotte acroteriali dei templi dei Sassi Caduti di Falerii e di Mater Matuta di Satrico.

V secolo a.C.
Altorilievi fittili del tempio A di Pyrgi, lamine auree con iscrizioni etrusche e fenicie;  coroplastica veiente (Testa Malavolta) e falisca (testa raffigurante Zeus di tipo fidiaco), vasi attici a figure rosse del pittore del Diespater.

Eta' classica matura
Altorilievo fittile di testa di dea dal santuario di Pyrgi, ceramica falisca cratere a volute a figure rosse del pittore dell’Aurora, da Falerii altorilievo del santuario dello Scasato (Apollo), santuario di Celle (figura dea acefala con ricco drappeggio), cista prenestina detta "Barberini".

Declino della civilta' etrusca
Sarcofagi in nenfro, ceramica rossa "corallina" sigillata aretina.

Il percorso museale segue un criterio topografico:

  • Sala I: Vulci

  • Sala II: Vulci

  • Sala III: Vulci

  • Sala IV: Vulci - corredo della Tomba del Guerriero

  • Sala V: oggetti appartenenti a corredi tombali [da Bisanzio]

  • Sala VI: Veio. Tra i reperti l'Apollo di Eracle

  • Sala VII: necropoli di Cerveteri statue acroteriali di 'Herakles in lotta con Apollo per il possesso della cerva cerinite', 'Dea con bambino in braccio', 'Hermes', opere d'arte etrusca risalenti alla fine del VI° secolo a.C.

  • Sala VIII: necropoli di Cerveteri. Tra i reperti il Sarcofago degli Sposi

  • Sala IX: necropoli di Cerveteri

  • Sala X alla XVII: oggetti di bronzo e ceramiche di varia provenienza

  • Sala XVIII alla XXIII: ceramiche della collezione Augusto Castellani

  • Sala XXIV: urne, sarcofaghi

  • Sala XXV: scudi in bronzo

  • Sala XXVI: Falerii Veteres

  • Sala XXVII: Falerii Veteres

  • Sala XXVIII: Falerii Veteres

  • Sala XXIX: templi di Falerii Veteres

  • Sala XXX: dal bosco sacro di Nemi

  • Sala XXXI: reperti dai Colli Albani

  • Sala XXXII: corredo tombale da Satricum

  • Sala XXXIII: corredi delle tombe Barberini e Bernardini

  • Sala XXXIV: oreficerie del III° secolo a.C

 

sali