Piazza G. Agnelli, 10 - Tel. 065926135/065926041
museo archeologico - sito internet

Un appuntamento da non mancare per chi  ama o è interessato alla civiltà romana.
Le collezioni del museo sono suddivise in 59 sezioni, disposte su una superficie di 12.000 metri quadri.
Le opere presentate nelle sale sono costituite da riproduzioni: calchi di opere scultoree, di iscrizioni, di parti di edifici a grandezza naturale, di oggetti di uso quotidiano; plastici ricostruttivi di monumenti e complessi architettonici di Roma e delle provincie dell’impero romano; ricostruzioni di situazioni e strumenti di ogni genere in base ai ritrovamenti archeologici, alle rappresentazioni figurate e alle descrizioni degli autori antichi.
Il materiale esposto ha un grande valore documentario particolarmente evidente nel caso delle copie di originali ormai persi o distrutti e della ricomposizione di opere antiche attualmente smembrate tra diversi musei.


SEZIONI STORICHE

  • SALA V-VI
    Leggende romane e civiltà primitiva - Le origini di Roma
    Accanto alla documentazione della civiltà laziale ed italica all'epoca della fondazione di Roma, sono radunate in queste due sale le testimonianze relative alla più antica storia della città ed alle leggende delle sue mitiche origini, raffigurate su monumenti dell'età repubblicana ed imperiale.

  • SALA VII
    La conquista del Mediterraneo

    Nella sala è illustrato il periodo tra il V e il I sec. a.C., che segnò la progressiva espansione di Roma in Italia ed in tutto il bacino del Mediterraneo.
    Le opere esposte riportano ai protagonisti degli eventi di questi secoli, soprattutto per mezzo delle iscrizioni e dei monumenti da essi dedicati.

  • SALA VIII 
    Cesare

    Le gesta di questo famoso personaggio costituiscono l'argomento della sala, con la ricostruzione in scala delle più importanti battaglie e delle macchine belliche accuratamente descritte nel suo De Bello Gallico.
    Numerose rappresentazioni figurate ne ricordano l'aspetto.

  • SALA IX
    Augusto

    La sala è dominata dall'imponente ricostruzione a grandezza naturale del pronao del tempio di Augusto ad Ancyra (Ankara), con il testo delle imprese dell'imperatore, le Res gestae divi Augusti, iscritto sulle pareti.
    L'iconografia di Augusto nei vari momenti della sua vita è documentata dalle copie di numerosi ritratti; completano il quadro i plastici dei monumenti da lui eretti.

  • SALA X
    La famiglia di Augusto e gli imperatori Giulio-Claudii

    In questa sala sono riuniti i più significativi ritratti e monumenti epigrafici che si riferiscono ai vari membri della famiglia di Augusto.
    L’albero genealogico dalla gente giulio-claudia sulla parete destra illustra le relazioni di parentela tra i vari personaggi, tra i quali sono anche quattro imperatori: Tiberio, Caligola, Claudio e Nerone.

  • SALA XI
    I Flavi

    La sala è dedicata agli imperatori Flavi, Vespasiano e i suoi figli, Tito e Domiziano.
    Un rilievo con il trionfo dell’imperatore sull’arco di Tito e l’iscrizione che celebra la conquista della Giudea ricordano la presa di Gerusalemme.
    E' esposto anche il plastico ricostruttivo dell'Anfiteatro Flavio in scala 1:100.

  • SALA XII
    Traiano e Adriano

    Sulle pareti le ricostruzioni al vero di un settore del basamento del Tropeum Trainai ad Adamclisi (Romania), e dei rilievi dell’Arco di Traiano a Benevento.
    Al centro della sala il plastico della Villa Adriana a Tivoli.

  • SALA XIII
    Imperatori da Antonino Pio ai Severi

    Sono riuniti nella sala, oltre ai ritratti degli imperatori e delle imperatrici di questo lungo periodo, rilievi a grandezza naturale dell’Arco di Marco Aurelio a Tripoli e di quello dei Severi a Leptis Magna. E' esposto inoltre il plastico ricostruttivo dell'Arco di Settimio Severo nel Foro Romano.

  • SALA XIV
    Imperatori da Macrino a Giustiniano  

    La sala raccoglie le riproduzioni dei monumenti più significativi del tempo: l’Arco di Galerio a Salonicco e quello di Costantino a Roma.

  • SALA XV
    Il cristianesimo

    Il disegno della sala, dedicata alla vita del Cristianesimo durante l’impero, è ispirato a quello di una basilica: è divisa in tre navate e sulla parete di fondo, a fianco della riproduzione del grande sarcofago in porfido di Costantina, è una grande croce.

  • SALA XVI
    L’esercito

    Della sala è ora aperto al pubblico solo un settore, con ricostruzioni di macchine belliche e di armature

  • SALA XVIII
    Plastico di Roma arcaica

    Il plastico, realizzato in tempi recenti sulla base dell'analisi comparata delle fonti storiche e dei rinvenimenti archeologici, riproduce in scala 1:1000 l'area urbana di Roma ed il territorio circostante in età arcaica, a cavallo tra monarchia e repubblica.
    Particolare attenzione è stata data alla resa del paesaggio, con la rappresentazione dell'aspetto antico dei colli, molto più scoscesi ed elevati rispetto alla situazione attuale, e dei corsi d'acqua di fondovalle, con gli specchi d'acqua da essi originati.

  • SALA XXXVII
    Plastico di Roma Imperiale

    Il grande plastico ricostruttivo della città di Roma in età costantiniana, realizzato dall'architetto Italo Gismondi, è collocato nel vano centrale di un'ampia sala, ad un livello più basso per un'agevole visione dall'alto.
    La ricostruzione, in scala 1:250, integra le indicazioni della Forma Urbis marmorea (la grande pianta di Roma eseguita all'inizio del III sec. d.C.) con i dati forniti dai resti archeologici, dalle fonti antiche e dalla "Forma Urbis" di Rodolfo Lanciani.

SEZIONI TEMATICHE

  • SALA XXXVI
    La scuola

    Mediante didascalie e riproduzioni di monumenti significativi è offerta una ricca documentazione dell’ordinamento dellle scuole e dei metodi d’insegnamento nella Roma antica.

  • SALA XXXIX
    L’abitazione

    Ricostruzioni in scala dei vari tipi di abitazione illustrano lo sviluppo delle strutture abitative, dalle prime capanne alle ville di età imperiale.
    Sono inoltre esposte riproduzioni a grandezza naturale di oggetti di uso domestico e di mobili.

  • SALA XLVI
    Il diritto

    Lo sviluppo del diritto romano, dalle leggi regie alla compilazione dell’imperatore Giustiniano, è documentato in questa sala dai calchi dei principali testi legislativi pervenuti.

  • SALA XLVII
    Le biblioteche

    Oltre ai plastici in scala di alcune biblioteche romane, è stato ricostruito in questa sala un piccolo ambiente che riproduce a grandezza naturale una biblioteca privata, con la sua decorazione architettonica, gli arredi e gli oggetti.

  • SALA XLVIII
    La musica

    Le riproduzioni e ricostruzioni di strumenti musicali antichi sono illustrate da pannelli descrittivi, che danno anche notizie sulla tecnica e la vita musicale in età romana.

  • SALA XLIX
    Le lettere e le scienze

    Nella sala è documentato lo sviluppo delle conoscenze scientifiche e della vita letteraria nel mondo romano, portando anche a confronto anche testimonianze di monumenti figurati ed epigrafici.

  • SALA L
    La medicina e la farmacia

    L’esercizio della medicina e della chirurgia è illustrato da numerosi calchi di rilievi e iscrizioni di medici e da numerose riproduzioni di strumenti chirurgici.
    Al centro il plastico ricostruttivo dell’ospedale militare dell’accampamento di Vetera, in Germania.

  • SALA LI
    La colonna traiana

    In un lungo corridoio sono visibili a distanza ravvicinata i calchi dei rilievi della Colonna Traiana, eretta nel 113 d.C. nel Foro di Traiano per celebrare le vittorie dell'imperatore sui Daci.
    I calchi delle sezioni del lunghissimo rilievo continuo, avvolto attorno alla colonna come un gigantesco rotolo illustrato per una lunghezza totale di circa 200 m., furono eseguiti nel 1861 per volere di Napoleone III; una delle tre copie allora realizzate fu donata al Laterano e poi concessa dal papa Pio XII al Museo della Civiltà Romana.

  • SALA LII
    L’industria e l’artigianato

    Sono raccolti nella sala documenti che illustrano il lavoro e la produzione degli artigiani romani, raggruppati in corporazioni professionali (collegia) che ne tutelavano gli interessi.

  • SALA LIII
    L'agricoltura, la pastorizia e l'agrimensura

    La vita agricola in età romana e le relative cognizioni teoriche sono illustrate in questa sala attraverso i calchi di rappresentazioni figurate e di epigrafi, oltre che dalle riproduzioni e dalle ricostruzioni di attrezzi e strumenti.
    E’ inoltre documentato il sistema romano di divisione del suolo.

  • SALA LIV
    La caccia, la pesca e l'alimentazione

    Oltre alle riproduzioni di monumenti figurati che illustrano le attività della caccia e della pesca, la sala contiene la documentazione degli alimenti che costituivano i pasti giornalieri in età romana.

  • SALA LV
    Il commercio e la vita economica

    Sono documentati gli aspetti più importanti della vita economica e finanziaria romana, dalle leggi che la regolavano ai rilievi ed ai plastici che riproducono mercati, botteghe e magazzini.
    Una sezione è dedicata alla storia della monetazione romana.

  • SALA LVI
    L’arte
    Sono qui illustrati gli aspetti più significativi dell'arte figurativa romana, dall'età repubblicana al tardo impero, soprattutto attraverso i ritratti ed i rilievi storici.
    In vetrine al centro della sala è esposta la collezione di riproduzioni galvanoplastiche di famosi tesori di argenterie romane.

 

sali