Via XX Settembre, 97 - Tel. 0647613317 - sito internet


Il Museo della Zecca è costituito da circa 20.000 opere: monete, medaglie, oggetti di conio e bozzetti in cera.

Le monete comprendono una ricca raccolta di emissioni di Stati italiani ed esteri dal Medioevo ai giorni nostri ed un interessante nucleo di studi per monetazione, progetti e monete di prova.

La collezione di medaglie comprende tre nuclei principali:

  • Medaglie pontificie (1913 pezzi), la maggior parte riconiazioni realizzate nella prima metà dell'Ottocento da Francesco Mazio, direttore della Zecca Pontificia

  • Medaglie religiose, anche dette di devozione, del XVIII e XIX secolo; medaglie eseguite dagli incisori papali nelle loro botteghe private per i pellegrini e devoti che giungevano a Roma

  • Medaglie del Novecento, opere di artisti italiani e stranieri.

Il nucleo "oggetti di conio" comprende conii e punzoni della raccolta pontificia e parte di quelli utilizzati per le medaglie di devozione.

Il museo è arricchito da una collezione di bozzetti in cera per medaglie e cammei.
Il gruppo più numeroso (425 cere) è rappresentato dai lavori di Benedetto Pistrucci (1784-1855). Incisore romano ha svolto la gran parte della propria attività a Londra alla Royal Mint, dove ha realizzato la sterlina d'oro della quale il museo espone il modello originale. Inoltre sono esposte le cere di Giuseppe (1808-1877) e Francesco Bianchi (1842-1918), padre e figlio, incisori della Zecca Pontificia nella seconda metà dell'Ottocento.